Opera Prima

Pooh 2006

(Facchinetti-Negrini)
(Parlato):
Ho camminato da solo nel grande bosco dei girasoli di pietra e,
in una bolla di luce di luna smarrita, stanotte ho risvegliato te.
Cadono in autunno i girasoli del mio giardino
e una primavera stanca genera nuove pietre soltanto.
Ma oggi, amore mio, ho imparato da te il suono vibrante della mia voce,
ho nella pelle, amore mio, il brivido meraviglioso della mia prima idea.
La mia mente qua
spezzata in due met
quello che vorrei
e questa realt
Questa vita che
mi spegne sempre pi
e la fantasia
che cerca di portarmi via.
Mondi senza et
fantasmi di citt
voci d'acqua chiara di un milione
di anni fa.
Poi mi guardo e so
che ormai non voler,
sto cadendo gi
e il vento non mi vuole pi.
Dio senza immagine
che invadi l'anima
lasciami un attimo qui
tra pietre lucide
di luna giovane
non ho paura, lo sai.
Questa terra io,
io l'ho sognata gi
dai vulcani spenti
della mia citt.
E nella foresta
a piedi nudi correr
e al grande girasole
io so che non mi inchiner.
Principessa che
dormivi senza et
dalla pietra io
t'ho liberata gi.
Libera con te
la mente se ne va
verso il sole che
per lei mai pi si spegner.
Sono sveglio e c'
la vita dentro me
e la verit adesso so cos'.
Ora la mia pagina
pi bianca non sar
l'amore che
la storia scriver
con me.